Girovagare

L’Agriturismo La Quercia è situato in una delle location più belle della campagna molisana: nel bel mezzo dell’agro collinare e a 3 km dal mare!

quercia3

L’azienda, oltre ad affacciarsi sul mare, è ben collegata anche con la montagna, con le caratteristiche località dell’Alto Molise a soli 30 minuti di auto.

Mare

Lungo i 35 km di costa del Molise si snodano diverse belle spiagge dove il mare è limpido e la vegetazione è rigogliosa. E’ possibile trovare sia spiagge sabbiose ed attrezzate per le famiglie, sia accedere a diversi kilometri di spiagge vergini.

 

Il Molise e i suoi borghi

  • AGNONEIl segnale che questo è il «borgo delle campane» appare da lontano: sono le 12 torri campanarie di altrettante chiese. È qui che dal 1300 la Premiata Fonderia Papale di Pasquale Marinelli tramanda di padre in figlio l’arte della fusione di enormi campane. Famose per il loro suono potente e limpido, ottenuto attraverso calcoli estremamente precisi di peso, spessore, diametro e altezza, sono oggi diffuse in centinaia di luoghi sacri nel mondo. Ma ad Agnone si viene anche per perdersi fra vicoli millenari su cui affacciano palazzi nobiliari con begli orti e giardini, come Casa Apollonio e Bonanni, del ’400, antiche botteghe, e, in stagione, per l’ottimo tartufo della zona.
  • ALTILIA E SEPINUM. La città romana di Saepinum sorge all’incrocio di due importanti strade: il tratturo Pescasseroli-Candela e la strada che collega il Matese alla costa. L’area occupa una superficie di circa 12 ettari a pianta quadrata, circondata da una cinta muraria reticolata. La cinta muraria fu voluta dall’imperatore Augusto, che diede incarico di costruirla ai due figli adottivi Tiberio e Druso, più per il decoro della città che per impellenti necessità difensive. Lungo la cinta muraria si aprono quattro porte in corrispondenza degli assi stradali principali, il Cardo e il Decumano: Porta Boiano, Porta Tammaro, Porta Benevento, Porta Terravecchia e si ergono 35 torri (delle quali oggi sono visibili solo 27).
  • CAPRACOTTA si trova a 1.421 metri sul livello del mare: è il secondo comune più alto dell’Appennino. Nel film Il conte Max interpretato da Alberto Sordi e Vittorio De Sica, viene menzionato spesso il nome di Capracotta quale meta di vacanza invernale. Nel film, Alberto Sordi la chiama la “piccola Cortina degli Abruzzi“. Anche Ernest Hemingway nel suo romanzo Addio alle Armi, in cui racconta le sue esperienze di guerra, cita un cappellano di Capracotta che gli parla del paese altomolisano.
  • CERRO AL VOLTURNONel 1980 la Zecca dello Stato ha emesso una serie di francobolli da 200 lire dedicati ai castelli più belli d’Italia. Fra questi, c’era anche il Castello Pandone, il simbolo di questo borgo in provincia di Isernia. Sorto nel Mille come semplice muro di difesa per la conservazione di cibi e foraggio, nei secoli si è evoluto fino a diventare nel Quattrocento, grazie a tale Federico Pandone, un vero e proprio maniero. Da allora poco è cambiato, anche nel borgo medievale che ricade a cascata lungo il ripido pendio di uno sperone roccioso, difeso ancora oggi da mura trecentesche.
  • CIVITACAMPOMARANONelle giornate più limpide, dalla contrada Crocelle, 520 metri di quota, si vede anche il mare: 70 km su un orizzonte di campagna incontaminata. In paese, uno dei monumenti più belli e importanti del Molise, il Castello Angioino del XVI secolo, fra le rare fortezze della regione sopravvissute. E qui vicino, in via Vittorio Emanuele 6, c’è la casa-atelier di Emanuele Bruno (tel. 0874 748154), artista che realizza sculture in pietra e legno e ritrae su tela scorci del borgo e dintorni.
  • ORATINOIl cuore del borgo è la fortezza del ’300, appena fuori le mura medievali, diventata dal XVII secolo ai primi del ’900 dimora dei Duchi Giordano. Una ricca famiglia di mecenati di Roma che qui diede vita a un potente ducato e a un viavai di artisti che a Oratino hanno lasciato piccoli tesori, opere scultoree e pittoriche, d’indoratura e d’intaglio. Da vedere l’affresco di Ciriaco Brunetti nella chiesa di Santa Maria Assunta, e Santa Maria di Loreto, l’unica completamente affrescata del Molise, in stile rococò.
  • PIETRABBONDANTE. Il tesoro di questo Paese è costituito dal complesso ellenistico-italico sito in località Calcatello. Vi si trova il più importante monumento del mondo sannita, composto da due templi “A” e “B” ed un teatro, con sedili in pietra dalla caratteristica forma anatomica, utilizzato come luogo di riunione. Nel periodo estivo vi si svolgono importanti manifestazioni teatrali classiche.